Comune di Piedimonte San Germano
HOME  |  MAPPA
Motore di ricerca
  
Solo testo    |   Alta visibilità      

Canali d'accesso. Menu Canali d'accesso terminato.
Chiesa parrocchiale a Piedimonte nuova




Sei in: Home » Amministrazione Trasparente » Altri contenuti - Corruzione

Altri contenuti - Corruzione

Amministrazione Trasparente

 
  • PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
  •  Avvio consultazioni
  • La legge 190/12 recante " Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione " ha, tra varie finalità, quello di rendere, da un lato, più efficace l’azione di contrasto e prevenzione della corruzione e di introdurre, dall’altro, norme di trasparenza nella vita pubblica e nell’esercizio della pubblica funzione.
  • La normativa, nella consapevolezza che la risposta penale non può essere l'unica soluzione al problema, si focalizza anche sulla necessità di una risposta organizzativa che ciascuna PA deve dare al fenomeno, anche alla luce delle normative internazionali emanate in materia, tra cui la Convenzione ONU del 31/10/03 (ratificata in Italia con L. 116/09) e la Convenzione Penale di Straburgo del 27/01/99 (ratificata in Italia con L. 110/12).
 
  • La strategia "anti-corruzione" introdotta dalla L. 190/12 si basa su vari livelli:
    a livello nazionale i principali attori sono il Dipartimento della Funzione Pubblica e la Civit che predispongono ed approvano, rispettivamente, il PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE;
    a livello decentrato ciascuna PA contribuisce all'attuazione della strategia elaborata a livello statale, mediante l'elaborazione e l'implementazione di specifiche azioni contenute in PIANI TRIENNALI DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (P.T.P.C), approvati dall'organo di indirizzo politico di ciascuna PA, su proposta del Responsabile della Prevenzione della Corruzione.
 
  • Il Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) è stato approvato dalla CIVIT con delibera n. 72 del 10/09/13 e contiene la formulazione della strategia nazionale finalizzata al perseguimento dei seguenti obiettivi strategici:1.ridurre le opportunità che si manifestino casi di corruzione;
    2.aumentare la capacità di scoprire casi di corruzione;
    3.creare un contesto sfavorevole alla corruzione.
 
  • Il PNA richiama altresì l'art 1 commi 5 e 60 della L. 190/12 secondo cui tutte le PA devono adottare, entro il 31 gennaio di ogni anno, il P.T.P.C., che rappresenta il documento fondamentale per la definizione di una strategia di prevenzione all'interno di ciascuna Amministrazione; si tratta di un documento di natura programmatoria che ingloba tutte le misure di prevenzione obbligatorie per legge e quelle ulteriori, coordinando gli interventi, al fine di ridurre significativamente il rischio di comportamenti corrotti.
 
La strategia "decentrata" rappresenta una opportunità per le varie PA che, in autonomia, potranno elaborare soluzioni efficaci al problema, tenuto conto del contesto di riferimento e previa analisi e valutazione dei rischi specifici di corruzione.    
  • LA CONSULTAZIONE DEI CITTADINI E DEI PORTATORI DI INTERESSE
Il PNA prevede che ciascuna PA, in sede di elaborazione e di verifica del P.T.P.C, realizzi delle forme di consultazione dei cittadini e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi, per le seguenti finalità:
coinvolgimento ai fini della predisposizione del Piano, della diffusione delle strategie di prevenzione pianificate, nonché dei risultati del monitoraggio sull'implementazione delle relative misure;
raccogliere contributi e ricevere input per individuare ulteriori priorità di intervento.  
Il Comune di Piedimonte San Germano ha approvato, con deliberazione della giunta comunale n. 5 del 22.01.2015 il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (di seguito disponibile) per il triennio 2015 - 2017 e ha predisposto questa  pagina web  per la consultazione  dei soggetti interessati a fornire il proprio contributo durante il periodo di applicazione del Piano che si concluderà con il suo aggiornamento, entro il 31 gennaio 2016.  
Le segnalazioni, osservazioni ed indicazioni potranno essere inviate:  
  • 1. per posta elettronica all’indirizzo: protocollopsg@pec.it
  • 2. per posta ordinaria all’indirizzo: Responsabile della Prevenzione della Corruzione e del Piano della Trasparenza - Segretario comunale - Comune di Piedimonte San Germano, Piazza Municipio, 1 - 03030 - Piedimonte San Germano (Fr);
  • 3. via Fax al n. 0776/404081
  • 4. a mano, presso l'ufficio protocollo del comune di Piedimonte San Germano sito in Piazza Municipio, n. 1.
 
Tutti coloro i quali intendano corrispondere con il Responsabile della Prevenzione della corruzione, sia mediante mail, sia mediante posta tradizionale hanno l’obbligo di inserire nel corpo della mail ovvero della nota spedita via posta tradizionale apposita dichiarazione al trattamento di dati personali a norma del T.U. 196/03 (Codice sulla privacy).

Contenuti associati


Ultimo aggiornamento effettuato il 07/06/2017 alle 09:58


Fine dei contenuti della pagina

Sito ufficiale del Comune di Piedimonte San Germano

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Piazza Municipio, 1 - 03030 Piedimonte San Germano (FR)
Tel. 0776-402901 - Fax 0776-404081
C.F.: 81000290601

Realizzazione
ImpresaInsieme S.r.l.Proxime S.r.l.